Autore Topic: Il Mondiale 2022  (Letto 1458 volte)

Offline Mika84

  • Moderatore Globale
  • *****
  • Post: 9827
  • Sesso: Maschio
  • Mika The Flying Finn
  • +1 ricevuti: +31
  • Premi oscar: Bill Gates 2019Ritorno al futuro 2015 Mastermind 2014...
Re:Il Mondiale 2022
« Risposta #30 il: 16 Giugno 2022, 08:29:18 »
0
L'etanolo dietro le rotture del motore Ferrari?

La pulce nell’orecchio me l’aveva messa un amico che ha contribuito alla storia degli ultimi vent’anni di Formula Uno.
Costui, avendo letto la mia interpretazione dei crack del motore Ferrari (riassumo la mia tesi: stanno “tirando” troppo per reggere il livello Honda su Red Bull), costui, dicevo, mi ha invitato a riflettere.
Ma allora, mi ha chiesto, come mai si spacca la power unit pure su Alfa e Haas, che di sicuro non “forzano” per battere i Bibitari?
Ah, però.
In effetti, in avvio di stagione non era raro trovare sei motorizzati Ferrari in Top Ten.
Allora?
Ebbene.
Ebbene, il 16 maggio, a ridosso del Gran Premio di Barcellona, la Fia ha emanato una direttiva “chiarificatrice” sulla componente di biocarburante da utilizzare.
È tutta una roba complicatissima sullo evaporamento dell’etanolo e bla bla bla.
Da quel momento, le power unit Ferrari hanno iniziato a soffrire. Team clienti compresi.
Ve la spiego così come risulta dal documento.

Pre Barcelona:
Imbarcavano 120kg di benzina e 10% etanolo.
Evaporavano 6kg di etanolo.
Avevano in serbatoio 112kg con il 5% di Etanolo e +3% di potenza.
Ne usavano X e la FIA non sapeva perche non facevano questi controlli.

Post Barcelona:
Imbarchi 120kg di Benzina con 10% di etanolo. Non possono poi evaporare in gara.
Consumano 100kg
Devono tirare fuori 20kg di carburante dalla tanica altrimenti sono squalificati.
Giusto per augurare una buona notte a tutti, la direttiva Fia del 16 maggio reca una firma.
Nome e cognome.
Nikolas Tombazis.
Tanto, che te lo dico a fare? (Cit.)

Fonte: https://www.quotidiano.net/blog/turrini/crack-motore-ferrari-ce-la-mano-di-tombazis-5.7529
"I went completely on the inside and overtook the backmarker and at same time overtook the Michael. It was a great overtaking manoeuvre, and I loved it. I’m not sure if the Michael did." M.H.

MondoMcLaren - Il forum italiano dei tifosi McLaren

Re:Il Mondiale 2022
« Risposta #30 il: 16 Giugno 2022, 08:29:18 »

Offline zipavelo

  • Tifoso/a McLaren
  • *
  • Post: 5927
  • Sesso: Maschio
  • Fare prima di dire
  • +1 ricevuti: +66
  • Vincitore FantaF1: 2019
  • Premi oscar: Spending Review 2021Disturbo della Quiete Pubblica 2021Domande Legittime 2021...
Re:Il Mondiale 2022
« Risposta #31 il: 16 Giugno 2022, 18:27:26 »
0
Per la rubrica "Le ultime parole fUmose "

Fare prima di dire.


Offline Frenkoz

  • Moderatore di Sezione
  • *****
  • Post: 12288
  • Sesso: Maschio
  • +1 ricevuti: +139
  • Premi oscar: Miglior colonna sonora 2015Opera Pellegrinaggi 2015Late show 2015...
Re:Il Mondiale 2022
« Risposta #32 il: 16 Giugno 2022, 21:11:59 »
0
nooooooooooooooo  :-ahah :-ahah :-ahah :-ahah :-ahah :-ahah :-ahah
W la McLaren!!!
W la Regina!
W Ron Dennis!                                                            QUELLO CHE NON TI AMMAZZA, TI RENDE PIU' FORTE

Offline Mpk64

  • Tifoso/a McLaren
  • *
  • Post: 1005
  • Sesso: Maschio
  • McLaren nel Cuore e nell'Anima
  • +1 ricevuti: +10
Re:Il Mondiale 2022
« Risposta #33 il: 23 Giugno 2022, 17:49:20 »
0
McLaren, Seidl: “Lavoriamo sul potenziale del pacchetto attuale”

McLaren non porterà aggiornamenti sostanziali nel breve termine

La McLaren non ha in programma di introdurre grandi aggiornamenti sulla attuale MCL36. La scuderia di Woking sta certamente deludendo le attese quest’anno, dato che non ha fatto quel salto di qualità sperato con il nuovo regolamento. La scuderia occupa la quarta posizione in classifica Costruttori, piazzamento che dovrebbe ormai l’obiettivo stagionale. Dopo un inizio veramente complicato, con la monoposto con continui problemi in frenata, la McLaren si è risollevata, trovando anche il podio a Imola.

Il team principal Andreas Seidl ha però spiegato che non è nelle intenzioni della squadra portare sviluppi sull’auto nelle prossime gare, poiché il pacchetto attuale ha ancora un potenziale che va sbloccato.

“L’obiettivo principale della squadra al momento è quello di estrarre tutto il potenziale dall’attuale pacchetto – le parole di Seidl a The Race – Crediamo di poter sbloccare ancora molta prestazione dalla MCL36. Ci saranno soltanto piccole modifiche alla vettura nel corso della stagione. Bisogna considerare che con il budget cap il tempo di lavoro va contingentato e bisogna saperlo spendere al meglio”.

fonte:
https://f1grandprix.motorionline.com/f1-mclaren-seidl-lavoriamo-sul-potenziale-del-pacchetto-attuale/

MondoMcLaren - Il forum italiano dei tifosi McLaren

Re:Il Mondiale 2022
« Risposta #33 il: 23 Giugno 2022, 17:49:20 »

Offline Mpk64

  • Tifoso/a McLaren
  • *
  • Post: 1005
  • Sesso: Maschio
  • McLaren nel Cuore e nell'Anima
  • +1 ricevuti: +10
Re:Il Mondiale 2022
« Risposta #34 il: 30 Giugno 2022, 16:11:43 »
0
F1 – Consiglio Mondiale FIA: cambiano le regole sulle power unit!

L’organo legislativo della Federazione Internazionale ha promulgato una serie di norma che cambiano le carte in tavola nel mondiale di F1: si possono sostituire in parco chiuso le power unit senza pagare penalità se si passa a versioni più recenti e la FIA ha intenzione di autorizzare anche delle riparazioni. Cambiano le norme sulle flessioni dall’ala posteriore e della beam wing. Nei GP più caldi la temperatura della benzina potrà essere portata a 20 gradi. Nei test di gomme wet si potranno usare le mule car.

Il Consiglio Mondiale della FIA che si è riunito mercoledì ha approvato alcune modifiche del regolamento Sportivo e Tecnico di F1. La Federazione Internazionale per ora si è limitata a enunciare una serie di modifiche che possono avere un impatto importante nel corso della stagione in corso.

L’aspetto più interessante riguarda certamente la gestione dei motori: sulla scia dei problemi di affidabilità emersi quest’anno sarebbe stato concordato un cambiamento nelle regole che permettono di gestire le power unit nell’arco della stagione.

In primo luogo, i team potranno sostituire in parco chiuso le power unit con versioni più recenti che sono state inserite nella loro disponibilità senza penalità. Fino a ora qualsiasi modifica o sostituzione effettuata in parco chiuso determinava l’automatica partenza in pitlane anche se il pezzo adottato faceva parte dell’allocazione disponibile.

La FIA, inoltre, aggiunge la disponibilità a consentire delle riparazioni temporanee dei propulsori: l’enunciato non specifica niente di più e bisognerà aspettare maggiori informazioni dalla FIA per capire quanto cambi lo status quo in profondità.

In materia di motori c’è un altro cambiamento importante che sembra orientato a favore della Red Bull: il carburante potrà ora essere raffreddato fino a 20 gradi nelle gare più calde e il riferimento della temperatura sarà rilevato un’ora prima dell’entrata in pista, rispetto alle due ore vigenti oggi.

Per quanto riguarda l’aerodinamica sono stati modificati i valori per i test di deflessione dell’ala posteriore nel bordo d’uscita e di flessione nella beam wing con degli inasprimenti dei controlli statici.

Rivista la norma che regola gli specchietti retrovisori visto che la visibilità posteriore è risultata inadeguata alle necessità di sicurezza.

Per quanto riguarda i test di gomme in stagione per lo sviluppo degli pneumatici Pirelli è stato deciso di concedere l’uso delle mule-car per effettuare i collaudi con le gomme da bagnato e la trasformazione ad Austin e Suzuka di una sessione di prove libere in turno parzialmente dedicato alle gomme prototipo, dal momento che le squadre sono riluttanti a dare il supporto al fornitore unico.

Per quanto riguarda i motori 2026 il Consiglio Mondiale FIA ha ricevuto un aggiornamento sullo stato di avanzamento dei regolamenti che dovrebbero essere finalizzati e presentati prima della prossima riunione, ma non c’è ancora un accordo sebbene Porsche a Audi condizionino il loro ingresso all’approvazione delle regole discusse.

È stata deliberata anche la decisione già attiva domani a Silverstone per gli incontri dei piloti con i media nuovamente al giovedì, dopo aver registrato il flop del venerdì mattina, poco prima di andare in pista per le prove libere, tanto più che il personale delle squadre è già operativo in pista al giovedì e i presunti risparmi non si sono visti.

fonte:
https://it.motorsport.com/f1/news/f1-consiglio-mondiale-fia-cambiano-le-regole-sulle-power-unit/10330176/

Offline Mpk64

  • Tifoso/a McLaren
  • *
  • Post: 1005
  • Sesso: Maschio
  • McLaren nel Cuore e nell'Anima
  • +1 ricevuti: +10
Re:Il Mondiale 2022
« Risposta #35 il: 30 Giugno 2022, 16:19:50 »
0
F1 | Beam wing: ecco come la FIA limita le flessioni


Nel Consiglio Mondiale FIA sono stati approvati dei provvedimenti che impattano sull'aerodinamica delle F1 a partire da Silversto. Oltre ad adeguare i controlli sulla deflessione del bordo d'uscita dell'ala posteriore ai valori che sono stati sperimentati, c'è stato un intervento sulle due ali inferiori che ora hanno nuovi vincoli di flassione. Interessante l'incremento della tolleranza dal 2 al 3% della mappa dimensionale che viene fatta con la scannerizzazione della vettura nel box, perché la lettura al CAD era inadeguata.

La FIA ha varato dei cambiamenti regolamentari con l’ultimo Consiglio Mondiale che si è riunito mercoledì a Parigi alla vigilia del Gran Premio di Gran Bretagna.

L’attenzione dei commissari tecnici capitanati da Jo Bauer a livello aerodinamico si è orientata verso la beam wing che nel lavoro di sviluppo dei progettisti è andata sempre più perfezionando la sua funzione con continui aggiornamenti utili all’efficienza del retrotreno.

Praticamente tutte le squadre stanno ricercando il massimo risultato da un particolare tecnico che è stato nuovamente introdotto quest’anno con le monoposto a effetto suolo, mentre era stato vietato dal 2014 a partire dell’era ibrida: la FIA ha concesso di montare due profili alari sotto a quello principale dell’ala posteriore, due elementi che possono contribuire a generare carico o a migliorare lo stallo del diffusore a seconda di come sono disegnati.

La FIA ha constatato che anche sui due elementi della beam wing le squadre hanno iniziato a lavorare sulla flessibilità dei materiali per aver forme che cambiano al crescere della velocità e, quindi, del carico, consentendo una sensibile riduzione della resistenza all’avanzamento alla ricerca di più alte velocità massime sui rettilinei.

E così da Silverstone viene cambiata la norma 3.15.8 del Regolamento Tecnico di F1 che impone una nuova prova statica: la FIA consente la flessione di 3 mm con una forza applicata di 150 N.

Nel comunicato stampa federale si parla anche genericamente di un cambiamento della deflessione del profilo d’uscita dell’ala posteriore, senza che per il momento sia stato espresso cosa e come cambia: è un modo sorprendente di ufficializzare delle variazioni senza spiegare quanto accade. È possibile che siano stati recepiti i valori di verifica che erano stati introdotti ma che non avevano valore di regolamento.

Altro aspetto interessante riguarda le verifiche a scansione: ogni monoposto non ha l’obbligo di essere portata per i controlli dimensionali nel box attrezzato della FIA all’inizio della pit lane, perché da quest’anno sono stati introdotti gli scanner che “leggono” la mappa dimensionale delle vetture.

Tutti i dati vengono trasferiti ai commissari federali in tempo reale, permettendo un importante guadagno di tempo e, soprattutto, una ricostruzione al CAD del modello della vettura che deve corrispondere ai volumi e alle misure definite dal regolamento.

Ebbene il salto di qualità che doveva essere garantito dall’introduzione di sistemi non manuali ma computerizzati, la FIA si è trovata in difficoltà: i commissari tecnici, infatti, hanno dovuto aumentare la tolleranza nel rilevamento delle misure e dei volumi dal 2 al 3% perché il sistema non riusciva ad assicurare modelli precisi e affidabili. Come dire: si allargano le maglie dei controlli e se ci sono dei dubbi si torna a fare analisi fisiche più precise. Alla faccia della modernizzazione…

fonte:
https://it.motorsport.com/f1/news/f1-beam-wing-ecco-come-la-fia-limita-le-flessioni/10330294/

Offline Mpk64

  • Tifoso/a McLaren
  • *
  • Post: 1005
  • Sesso: Maschio
  • McLaren nel Cuore e nell'Anima
  • +1 ricevuti: +10
Re:Il Mondiale 2022
« Risposta #36 il: 03 Luglio 2022, 15:31:26 »
0
La FIA all'attacco di Ferrari e Red Bull sui fondi flessibili

Il paddock di Silverstone si sta surriscaldando per l'accusa della FIA secondo la quale ci sarebbero squadre che riescono a far flettere il fondo ben oltre i 2 mm concessi dal regolamento, abbassando le macchine e generando un maggiore carico aerodinamico. L'attenzione è puntata su Ferrari e Red Bull che stanno dominando il mondiale. Dal GP di Francia entra in vigore un cambio di regolamento che andrà a controllare questo aspetto piuttosto che il porpoising. E allora nascono dei sospetti...

Per qualcuno non è stato un autogol come sembrava. Ma una strategia ben orchestrata che porterà a un risultato: bloccare Ferrari e Red Bull con un cambio di regolamento in stagione. Il lamento sul porpoising lanciato dai piloti Mercedes che poi ha scatenato la reazione della FIA con la TD39 emessa in Canada aveva un obiettivo: non tanto limitare il saltellamento in merito ai fattori di sicurezza, quanto la voglia di colpire i due top team che si stanno contendendo il mondiale.


Come? Cercando di bloccare i fondi flessibili che permettono alla rossa e alla RB18 di viaggiare con altezze da terra più basse della concorrenza, potendo contare su un carico aerodinamico decisamente maggiore grazie alla deflessione del fondo e del pattino sotto alla scocca verso l’alto.


Nel paddock di Silverstone c'è chi fa, forse sbagliando, della dietrologia e chi teme che si stia aprendo un fronte di guerra che può incendiare la prima stagione delle monoposto a effetto suolo, scatenando discussioni infinite su temi che già si conoscevano con le wing-car degli anni '80 e che non sono stati sufficientemente sviscerati in fase di delibera delle regole 2022.

Il caso è esploso nel Technical Advisory Committee (TAC) che si è riunito nella settimana successiva al Gran Premio del Canada durante il quale sono emersi dei sospetti che alcune squadre riescano ad andare oltre i vincoli normativi: a porre la questione sarebbe stata la FIA che avrebbe rilevato dei dati per lo studio sul porpoising.

Le normative vigenti prevedono un movimento massimo di 2 mm nei due fori centrali della tavola e non più di 2 mm nel foro più arretrato per garantire che il pavimento sia sufficientemente rigido.

Diciamo subito che Ferrari e Red Bull superano brillantemente le verifiche tecniche e le rispettive vetture, quindi, sono perfettamente legali. La FIA fa il suo lavoro e cerca di scovare chi, abilmente, riesce ad andare oltre i vincoli statici.

Secondo le indiscrezioni filtrate nel paddock ci sarebbero team capaci di arrivare a 6 mm di deflessione, consentendo di avere uno splitter anteriore che si solleva per permettere di puntare di più l’assetto verso l’asfalto cercando di sigillare il fondo alla pista con le minigonne pneumatiche che tutti hanno imparato a generare.

Toto Wolff, team principal Mercedes, ha confessato di essere rimasto sorpreso dalle rilevazioni…

"Nessuno ne aveva un'idea fino a quando la FIA non ho sollevato la questione nell'ultimo Technical Advisory Committee, cosa che è stata una grande sorpresa per tutte le squadre”.

"Cosa c'è scritto nel regolamento e quale sia lo spirito è abbastanza chiaro. Voglio dire, non c'è alcun argomento sul perché si debba derogare da quei valori. Quindi per noi è stata una sorpresa se non uno shock".

La FIA, quindi, ha ritirato il primo documento della TD39 e ne ha emesso un secondo che ha l’obiettivo di cambiare le regole a partire dal GP di Francia al Paul Ricard notificando alle squadre un inasprimento nei controlli sui movimenti del fondo e della tavola.

Nicholas Tombazis, capo tecnico FIA nell’area monoposto, ha chiarito che stava facendo una mossa atta a garantire che ci fosse equità tra tutte le auto", suggerendo che fino a oggi non sia stato così.

La tolleranza dei 2 mm di flessione verrà applicata rigorosamente e la rigidità attorno al foro del fondo dovrà essere uniforme per una distanza radiale di altri 15 mm, con una tolleranza non superiore al 10 per cento.

La FIA ha specificato che "… i concorrenti saranno tenuti a dimostrare il rispetto di queste disposizioni attraverso un'ispezione dettagliata che verrà fatta sia attraverso i dati CAD che nella verifica fisica nei box che nell’analisi del CFD".

Andreas Seidl, team principal McLaren, ha dichiarato: "Dal nostro punto di vista, siamo contenti del chiarimento nella TD perché dovrebbe aiutare a metterci tutti alla pari”.

Andrew Shovlin, capo degli ingegneri di pista Mercedes, crede che la novità possa avvicinare la squa squadra verso le posizioni di vertice…

"Quanto è venuto alla luce, ci evidenzia che ci sono state opportunità che forse non abbiamo colto o sfruttato. Gli effetti non influenzeranno la nostra macchina, ma potrebbero influenzare i nostri concorrenti e, quindi, ci avvicineremmo un po'".

Tutto vero, ma allora ci domandiamo: come mai non si vanno a guardare le flessioni delle ali anteriori, visibili in mondo-visione grazie alle camera car, e solo i fondi? Forse perché i maestri nell’esecuzione di quest’arte sono altri? La FIA ha il dovere di far rispettare le regole con tutti mezzi che ha a disposizione, ma il dubbio che c’è nel paddock è che i riflettori si accendano solo su certi particolari che magari vengono ispirati?

In Francia la direttiva tecnica entrerà in funzione e vedremo se cambierà i valori tecnici in campo o se Ferrari e Mercedes sapranno mantenere una leadership che hanno conquistato sul campo…
fonte:
https://it.motorsport.com/f1/news/f1-la-fia-allattacco-di-ferrari-e-red-bull-sui-fondi-flessibili/10332258/

MondoMcLaren - Il forum italiano dei tifosi McLaren

Re:Il Mondiale 2022
« Risposta #36 il: 03 Luglio 2022, 15:31:26 »